AGCOM approva deroga di 12 mesi sul Roaming Like At Home richiesta da PosteMobile


L’AGCOM  ha approvato la deroga di 12 mesi sul Roaming Like At Home richiesta nei mesi scorsi da PosteMobile. Nella delibera pubblicata ieri dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni si legge:

La società PosteMobile S.p.A., è autorizzata, per la durata di dodici mesi a partire dalla pubblicazione del presente provvedimento sul sito web dell’Autorità, ad applicare un sovrapprezzo ai servizi di roaming secondo i valori massimi riportati a seguire.

Le soglie massime di sovrapprezzo applicabili sono (valori IVA esclusa): 3,2 €cent/min per le chiamate (uscenti); 1 €cent per SMS (uscenti); 0,714 €cent/MB per traffico dati (0,6 €cent a partire dal 1° gennaio 2018).

Roam Like at Home

La normativa europea sul roaming prevede, per chi ne fa richiesta, la possibilità di una deroga di 12 mesi “in circostanze specifiche ed eccezionali“, ovvero nel caso in cui l’operatore dimostri che non è in grado di recuperare i costi sostenuti per la fornitura dei servizi di roaming al dettaglio.

Analizzata la documentazione fornita da PosteMobile, AGCOM ha dunque deciso di autorizzare l’applicazione di un sovrapprezzo per i servizi forniti in roaming (nei 31 Paesi che aderiscono alla nuova normativa), fino al prossimo 15 novembre 2018.

L’AGCOM ha anche segnalato gli obblighi di PosteMobile nei confronti dei propri clienti che si recano in uno dei Paesi nei quali è applicabile il Roaming Like At Home, che dovranno essere tempestivamente informati in merito ai sovrapprezzi applicati mediante l’invio di un SMS personalizzato, oltre “a fornire adeguata informativa mediante il proprio sito web e attraverso i consueti canali di comunicazione e ad aggiornare, senza ritardo, gli utenti circa le successive eventuali variazioni delle tariffe applicate”.

via mvnonews.com


Rimani sempre aggiornato con Telefonia.Today, ora anche su Telegram! Seguici su Facebook, Twitter e Google+ e condividi questo articolo sui tuoi canali social preferiti!