La COMCO autorizza l’acquisizione di UPC Svizzera da parte di Sunrise


Dopo l’annuncio dell’acquisizione, lo scorso febbraio, la Commissione della concorrenza svizzera (COMCO) non ha sollevato obiezioni all’acquisizione di UPC Svizzera da parte di Sunrise, che ha quindi approvato la transazione. L’autorizzazione è stata concessa senza condizioni.

Questa decisione conferma il punto di vista di Sunrise secondo cui l’operazione creerà significativi vantaggi competitivi per Sunrise e ne farà un concorrente ancora più forte.

Con l’acquisizione di UPC, Sunrise disporrà di un’infrastruttura a banda ultralarga più sostenibile per il futuro e sarà in grado di offrire ai clienti privati e commerciali in tutta la Svizzera la migliore copertura Internet, sia via FTTH, via cavo o 5G.

Sunrise si aspetta quindi che la transazione generi notevoli risparmi sui costi in particolare nell’ambito dei consumi intermedi e un considerevole potenziale di cross-selling. In questo modo, l’operazione crea anche un sostanziale valore aggiunto per i suoi azionisti e garantisce la redditività di Sunrise a lungo termine.

«Siamo molto soddisfatti della decisione della COMCO e continueremo a lavorare a pieno ritmo sulla prevista integrazione di UPC Svizzera all’interno della nuova Sunrise. Con l’approvazione della COMCO abbiamo raggiunto un importante traguardo sulla strada verso la nuova Sunrise.

Con l’acquisizione di UPC Svizzera da parte di Sunrise, la Svizzera diventerà uno dei mercati delle telecomunicazioni più competitivi. Grazie all’unione delle infrastrutture di Sunrise e UPC Svizzera, oltre ad un investimento di circa mezzo miliardo di franchi svizzeri all’anno, entro il 2021 la Svizzera otterrà un’infrastruttura Internet ad alte prestazioni, incluso il 5G, in grado di fornire una connessione Internet a banda larga fino a 1 Gbit/s al 90 % delle abitazioni.

I clienti privati e commerciali potranno beneficiare di soluzioni di comunicazione all’avanguardia con maggiori prestazioni a prezzi concorrenziali. La nuova Sunrise acquisirà così quote di mercato e sarà un partner forte per dare un impulso all’economia svizzera», afferma Olaf Swantee, CEO di Sunrise.

Ciò significa che non vi sono ulteriori ostacoli normativi che impediscono di chiudere l’operazione. In una fase successiva, Sunrise inviterà i suoi azionisti ad un’assemblea generale straordinaria in cui si deciderà l’aumento di capitale obbligatorio. L’assemblea generale straordinaria è prevista per il 23 ottobre 2019 e la transazione dovrebbe concludersi entro la fine di novembre 2019.

fonte: comunicato stampa


Non perderti le notizie e le novità pubblicate su Telefonia.Today, attiva le nostre notifiche gratuite su Telegram e seguici (o condividi questo articolo) su Facebook Twitter

Dicci la tua o Rispondi ad un commento...