Lo scorso anno l’acquisizione di UPC da parte di Sunrise (operatore svizzero di rete fissa e mobile) sembrava ormai cosa fatta, poi all’improvviso, nel mese di novembre Sunrise comunica di aver abbandonato definitivamente il progetto, pagando (come da accordi) una penale di 50 milioni di franchi.

Oggi le situazioni si invertono: questa volta è UPC (o meglio Lyberty Global, società che controlla la svizzera UPC) che annuncia di aver messo sul piatto 6,8 miliardi di franchi per l’acquisizione di Sunrise (100 franchi per ogni azione Sunrise) e creare così un nuovo gigante delle telecomunicazioni che potrebbe dare filo da torcere a Swisscom.

A seguire il comunicato stampa integrale diffuso oggi da Sunrise, che consiglia ai propri azionisti di accettare l’offerta di Lybery Global.

Sunrise Communications Group AG (“Sunrise”) ha annunciato oggi che Liberty Global plc (“Liberty Global”) ha pubblicato il preannuncio dell’offerta pubblica di acquisto della società per un entreprise value di CHF 6.8 miliardi.

Il prezzo dell’offerta di CHF 110 per azione in contanti implica un premio del 32% al VWAP a 60 giorni, del 28% all’ultimo giorno di trading prima di questo annuncio e rappresenta un rendimento totale per i detentori di azioni pari a circa il 90% dall’IPO di Sunrise nel 2015. Il prezzo d’offerta valuta Sunrise a un multiplo di 10.0x LTM Q1-20 adj. EBITDA di CHF 678 milioni.

Dopo un attento esame, il Consiglio di Amministrazione di Sunrise ha stabilito che l’operazione è nell’interesse di Sunrise e dei suoi azionisti e ha pertanto deliberato all’unanimità di raccomandare l’offerta per l’accettazione. Nell’ambito della transazione, Freenet AG (“Freenet”) ha sottoscritto un impegno in cui ha accettato di offrire la sua intera partecipazione del circa 24% in Sunrise nell’ambito dell’offerta.

La combinazione creerà una sfida nazionale più forte e completamente convergente su tutti gli elementi del prodotto in bundle 4 play, inclusi fibra, cavo, TV e cellulare. La società combinata avrà la scala per guidare l’innovazione, investire in nuovi servizi e perseguire la crescita fornendo offerte innovative e a prezzi competitivi. La nuova società allargata sarà anche meglio posizionata per guidare la concorrenza con benefici diretti per l’economia e i consumatori svizzeri.

L’azienda combinata sarà ben posizionata per continuare il roll-out della rete di prossima generazione, incluse le tecnologie 5G e tecnologie future, offrendo velocità fino a 1 Gbps al 90% delle abitazioni svizzere entro il 2021, con una chiara roadmap per consentire fino a 10 Gbps nel tempo. La rete fissa di prossima generazione di UPC Svizzera con la sua estesa dorsale in fibra ottica rafforzerà ulteriormente la posizione di leadership di Sunrise nel 4G e nel 5G.

Per una descrizione dei vantaggi dell’azienda combinata per i consumatori, le imprese e la Svizzera, consultare il microsito www.nationalconnectivitychallenger.ch.

Thomas D. Meyer, presidente del consiglio di amministrazione di Sunrise, ha detto: “Nel fare questa offerta, Liberty Global riconosce la qualità e la resilienza del nostro business e il suo potenziale per il futuro. Il Consiglio ritiene che l’offerta sia nell’interesse dei nostri azionisti e che creerà opportunità per i collaboratori di Sunrise di far parte di un campione nazionale pienamente convergente. La combinazione di Sunrise e UPC Switzerland creerà il principale challenger della telefonia fissa e mobile sul mercato svizzero delle telecomunicazioni, con le dimensioni e l’infrastruttura necessarie per competere con Swisscom“.

Andre Krause, CEO di Sunrise, ha commentato: “Sunrise ha messo a punto una strategia incentrata sulla qualità e ha costruito una delle migliori reti di telefonia mobile al mondo. Abbiamo guadagnato con successo quote di mercato in tutte le nostre attività, supportate dalla nostra forte attenzione alla centralità del cliente, all’eccellenza del servizio, all’innovazione e all’offerta di qualità.

Siamo molto orgogliosi di ciò che i nostri collaboratori hanno realizzato e crediamo che la combinazione con UPC Svizzera permetterà all’azienda combinata di diventare il principale challenger pienamente convergente sul mercato”.

La chiusura della transazione è soggetta alle consuete condizioni stabilite nel preannuncio, tra cui:

  • Offerta di almeno il 66 2/3% delle azioni Sunrise in offerta
  • Ricevimento della necessaria autorizzazione alla fusione e di altre approvazioni
  • Nessun effetto negativo rilevante entro la fine del principale periodo di accettazione dell’offerta (definito come il 10% dell’EBITDA rettificato dell’esercizio 19, il 10% del patrimonio netto totale consolidato dell’esercizio 19 o il 7% dei ricavi dei servizi dell’esercizio 19).

In determinate circostanze, Sunrise pagherà una tassa di CHF 50 milioni per la rottura, anche nel caso in cui il Consiglio di amministrazione cambi o ritiri la sua raccomandazione dell’offerta. Il prospetto informativo dell’offerta e il rapporto in relazione del Consiglio saranno pubblicati nelle prossime settimane e si prevede che l’operazione si concluderà intorno alla fine dell’anno, subordinatamente alle approvazioni regolamentari.

Sunrise continuerà ad operare in modo indipendente durante il periodo di offerta e continuerà a perseguire le sue iniziative B2B e consumer in conformità con la sua roadmap e la sua strategia. Nel frattempo non ci saranno cambiamenti per i nostri clienti. Al termine di un’offerta di successo, Liberty Gobal intende avviare una procedura di squeeze-out e ritirare le azioni Sunrise dalla negoziazione alla SIX Swiss Exchange. Si prevede che Sunrise diventi una società controllata al 100% all’interno del gruppo Liberty Global.

Fonte: comunicato stampa


Segui Telefonia Today anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le notizie e le novità pubblicate su Telefonia.Today, attiva le nostre notifiche gratuite su Telegram e seguici (o condividi questo articolo) su Facebook Twitter