PosteMobile: ricavi in calo. 3.652.000 SIM al 30 giugno 2017


Numeri in calo sia sul fronte dei ricavi che sul numero di SIM per l’operatore mobile virtuale PosteMobile (di proprietà del Gruppo Poste Italiane). A fine giugno 2017 contava una giacenza media di 3.652.000 SIM, in leggero calo rispetto ai 3.659.000 del primo trimestre.

Rispetto allo stesso periodo del 2016, i ricavi totali per servizi di telefonia mobile sono scesi a 103 milioni di euro (contro i 114 milioni di euro). Per il gruppo questo calo…

riflette il forte contesto competitivo, giustificato dalla forte concorrenza nel settore mobile ma soprattutto da strategie acquisitive particolarmente aggressive da parte dei principali operatori mobili, caratterizzate dal lancio di offerte dal pricing estremamente ridotto, rivolte in modo mirato ai clienti degli operatori virtuali.

A tutto questo, va ad aggiungersi

l’ingresso sul mercato di nuovi players quali Kena Mobile, second brand di TIM che si posiziona come operatore virtuale low cost (“no frills”), attivo dal 29 marzo 2017, Vei (operatore virtuale di Vodafone prossimo al debutto) e Iliad, operatore “price leader” del mercato francese il cui ingresso è previsto per la fine del 2017.

PosteMobile ha risposto con un ampliamento delle offerte e il debutto – dal 10 aprile 2017 – nel mondo dei servizi di telefonia fissa, con PosteMobile CASA. Basterà per resistere alla forte concorrenza e all’arrivo di un nuovo temibile player?

via mvnonews.com


Telefonia.Today è ora anche su Facebook, Twitter e Google+, unisciti anche tu oppure condividi questo articolo!