Primo utile di bilancio per Tiscali, grazie alla vendita a Fastweb delle attività B2B


Tiscali ha pubblicato oggi i dati relativi al primo semestre 2017, che vedono il primo utile di bilancio per l’azienda. Un risultato netto positivo per euro 24,5 milioni, che è sostanzialmente frutto della vendita a Fastweb delle proprie attività B2B (per 43 milioni di euro).

Crescono i ricavi e cresce anche il numero dei clienti. Nel segmento Broadband Fisso, Tiscali registra +32mila clienti (+8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), mentre va ancora meglio nel segmento mobile, dove al 30 giugno 2017 contava  202.000 clienti, (+56mila rispetto al primo semestre 2016).

Nel segmento UltraBroadBand si contano 58.000 clienti, di cui 36.000 LTE Fixed Wireless (WFTTH – fino a 100 Mbps nelle aree di Digital Divide Esteso) e 22.000 in Fibra.

I ricavi del Gruppo Tiscali nel corso del primo semestre 2017 si sono attestati a 103,6 milioni di Euro, in aumento del 6,9% rispetto ai 96,9 milioni di Euro registrati nel primo semestre del 2016. Nel segmento Broadband Fisso i ricavi crescono del +1.7%, nel mobile +33.9% e nei “Servizi alle imprese e Wholesale” +63,9%.

Il portafoglio clienti Fibra, grazie anche alle nuove offerte fino a 1 Gbps, è cresciuto di circa 16.000 unità, passando da circa 6.000 clienti di giugno 2016 agli oltre 22.000 di giugno 2017.

 

La continuità aziendale è vista dal management come a rischio, nel caso in cui il piano industriale non venisse pienamente realizzato e le banche non dovessero concedere clausole di sospensione dei pagamenti sul debito.


Telefonia.Today è ora anche su Facebook, Twitter e Google+, unisciti anche tu oppure condividi questo articolo!