Sunrise: nel terzo trimestre 2017 clienti salgono a quota 1.56 milioni


Per Sunrise, secondo operatore telefonico svizzero, l’andamento positivo del numero di abbonati è continuato anche nel terzo trimestre 2017.

Sunrise ha conseguito un incremento netto di nuovi clienti mobile postpaid del +7,2% su base annua, ottenendo un totale di 1,56 milioni di clienti. Solo nel terzo trimestre si sono aggiunti 26.800 nuovi clienti postpaid, incluso un aumento di SIM primarie pari a 20.800, ben oltre le 14.600 dello stesso periodo dell’anno scorso.

L’approccio multimarca Sunrise, la grande qualità della rete, i canali di distribuzione diversificati e l’ampia offerta di prodotti con un interessante rapporto qualità/prezzo hanno sostenuto la solida performance.La base di clienti prepaid ha continuato a ridursi su base annua con la migrazione costante di clienti verso le offerte postpaid.

La crescita netta di Internet e TV del 3T è stata a due cifre per il terzo trimestre consecutivo. Il numero degli abbonati Internet del 3T17 è salito del +12,9 % a/a a 410 200 unità. Gli abbonati TV sono aumentati del +32,3 % a/a a 200 900 unità. I forti aumenti sono stati sostenuti dalla tariffa combinata «Sunrise ONE», dai recenti miglioramenti di Sunrise Smart TV, dal miglioramento dei contenuti sportivi televisivi (Sky, Teleclub) e dalle offerte promozionali dedicate.

Nel 3T i ricavi da servizi sono aumentati del +2,3% su base annua (rettificati delle MTR) con una crescita della clientela che ha compensato la riduzione dei ricavi medi per utente (ARPU). Questo +2,3% rappresenta un miglioramento rispetto al +0,2% registrato nel 2T. L’aumento delle vendite di apparecchi in un’area B2B a basso margine ha sostenuto l’accelerazione della crescita.

Nel 3T i ricavi totali sono scesi del -3,7% su base annua a CHF 460 milioni. Il cambiamento chiave è stato il taglio delle Mobile Termination Rates (MTR) a partire dal 1° gennaio 2017. Il suo impatto sui ricavi è stato negativo per CHF 12 milioni, simile a quello dei trimestri precedenti. Il suo impatto sull’utile lordo ha continuato a essere trascurabile. Rettificati delle MTR, i ricavi totali sono scesi del -1,2 %, principalmente a causa dei ricavi dell’hardware e dell’hubbing a margine ridotto.

L’utile lordo del 3T ha confermato la tendenza verso una stabilizzazione, attestandosi a CHF 306 milioni, con un incremento dello 0,2% su base annua. Il margine lordo dei servizi ha continuato a migliorare su base annua grazie al taglio delle MTR. L’aumento del margine è stato meno accentuato rispetto al 2T, principalmente a causa dell’effetto combinato derivante dall’aumento delle vendite di apparecchi in un’area B2B a basso margine.

L’EBITDA rettificato è diminuito del -2,5% a CHF 158 milioni. La riduzione è stata determinata dall’aumento delle tasse di servizio di rete dopo la dismissione delle antenne nell’agosto 2017. Escludendo l’impatto della dismissione, l’EBITDA rettificato sarebbe aumentato del +1,1% nel 3T. I risparmi sui costi e la riduzione delle spese commerciali hanno sostenuto la crescita sottostante. L’utile netto del 3T ha registrato una forte crescita su base annua a CHF 442 milioni, sostenuto dai guadagni derivanti dalla dismissione delle antenne.

L’equity free cash flow (eFCF) è aumentato dai CHF 73 milioni dell’anno scorso a CHF 100 milioni nel 3T17. L’aumento è stato determinato dalle minori spese per interessi, da una stagionalità del Net Working Capital diversa rispetto all’anno scorso e dal mancato rimborso del factoring nel 2017.

Il debito netto è aumentato nettamente da CHF 1700 milioni nel 2T17 a CHF 1151 milioni nel 3T17, supportato dalla generazione di liquidità del trimestre e dal deleveraging dopo la dismissione delle antenne. Di conseguenza, il rapporto debito netto/EBITDA rettificato si è ridotto significativamente da 2,76x nel 2T17 a 1,97x pro forma nel 3T17 (1,88x escl. annualizzazione pro forma di maggiori tasse di servizio di rete dopo la dismissione delle antenne).

Si continua a prevedere che i ricavi e l’EBITDA rettificato dell’esercizio 2017 saranno rispettivamente tra CHF 1820–1860 milioni e CHF 592–602 milioni. Si prevede ancora che la Capex per l’esercizio 2017 oscilli nel range CHF 255–295 milioni, comprendendo una Capex supplementare di CHF 30 milioni proveniente dai proventi della dismissione delle antenne. Qualora soddisfi le previsioni per l’esercizio 2017, Sunrise prevede di proporre un dividendo compreso tra i 3,90 e i 4,10 franchi svizzeri per azione, da versare attingendo al conto capitale nel 2018.

fonte: comunicato stampa


Rimani sempre aggiornato con Telefonia.Today, ora anche su Telegram! Seguici su Facebook, Twitter e Google+ e condividi questo articolo sui tuoi canali social preferiti!