Wind e i costi nascosti: l’inchiesta di Altroconsumo


Nell’inchiesta pubblicata sulla rivista mensile di Altroconsumo questo mese di marzo, in cui sono stati analizzati i costi non dichiarati dagli addetti dei negozi dei principali gestori italiani in fase di attivazione di una nuova SIM, l’associazione consumatori segnala il caso di Wind e dei costi taciuti su piano tariffario base (Wind Basic) con canone settimanale, costi extrasoglia e recesso anticipato a pagamento.

Secondo quanto segnala Altroconsumo, grazie allo stratagemma di far risultare Wind Basic come opzione che si rinnova, Wind addebita ai propri clienti 50 centesimi a settimana. Particolare taciuto da tutti i venditori. Lo stesso succede per i costi di recesso e quelli extrasoglia”.

Wind Basic

Vediamo nel dettaglio quali sono i costi nascosti riscontrati dalla nota associazione consumatori, punto per punto.

Costo di attivazione: 3 euro. Costo dichiarato in tutti i negozi Wind.

SMS myWind (chiamami): 0,19 euro a settimana. Costo nascosto dal 70% dei negozi visitati.

Segreteria telefonica: 0,12 euro al minuto. Costo nascosto dall’80% dei negozi.

Recesso anticipato: 16 euro. Costo nascosto dal 100% dei negozi visitati.

Costi extrasoglia tariffa Wind Basic, non dichiarati dal 100% dei negozi.

Piano tariffario:  0,50 euro a settimana. Costo nascosto dal 100% dei negozi.

Nella nostra nuova rubrica “Costi Nascosti” troverete le tariffe a consumo e le offerte dei principali gestori telefonici italiani, messe sotto la lente di ingrandimento, presentando i costi nascosti o non ben segnalati dai singoli operatori.


Non perderti le notizie e le novità pubblicate su Telefonia.Today, attiva le nostre notifiche gratuite su Telegram e seguici (o condividi questo articolo) su Facebook, Twitter e Google+!

Dicci la tua o Rispondi ad un commento...